e9i9355-735x400

La Regia piega anche il Sudtirol: nella notte di festa decide un rigore di Manconi

Una serata di gloria, per festeggiare 97 anni di storia e al tempo stesso prendersi 3 punti che portano la Reggiana, in attesa del recupero con il Santarcangelo in programma tra sette giorni, già vicinissima a tutte le rivali nella corsa alla serie B. Il “Monday Night” con il Sudtirol vede la squadra di Colucci imporsi 1-0 grazie ad un rigore nel finale di Jacopo Manconi, che in precedenza aveva fallito un paio di chances clamorose, ma il successo granata è più che legittimo, visto che nella ripresa Nolè e compagni hanno alzato i ritmi e cercato più degli altoatesini la vittoria.

 

FORMAZIONI E TATTICA

 

Due sorprese in casa granata, una in difesa e una dietro alle punte. Mister Colucci sorprende di nuovo tutti e manda in campo Rozzio e Sabotic, tenendo fuori Alessandro Spanò, mentre in attacco cambia leggermente il modulo, trasformando l’assetto da un 4-3-3 classico ad un 4-3-1-2, con Nolè dietro a Manconi e a Guidone. Il temibile Sudtirol di William Viali si schiera invece con un 4-3-3 che vede Tait a destra e Puttini a sinistra, mentre al centro della difesa, davanti al portiere Richard Marcone, classe ‘93, giocano Di Nunzio e Bassoli. A centrocampo, il mediano è il numero 3 Lorenzo Vasco, con Alessandro Furlan sul centro sinistra e il capitano Hannes Fink sul centro destra. Davanti un attacco davvero pericoloso, con Ettore Gliozzi nel ruolo di centravanti, l’ex giocatore del Castellarano e dello Spezia Patrick Ciurria e l’esterno sinistro Riccardo Packer.

 

PRIMO TEMPO

 

Parte forte la Reggiana che al 14’ va vicinissima al gol: schema su calcio di punizione e palla di Manconi a fil di palo. Poco dopo i granata tentano di nuovo con una botta da lontano di Maltese, bloccata dall’estremo ospite. Nolè è ispirato, ma solo al 30’ ci riprova Angiulli con un tiro al volo che finisce fuori, anche se pochi minuti dopo il Sudtirol parte in contropiede con Packer che punta l’area avversaria, per rientrare e cercare il gol con un tiro a giro sul secondo palo, sfiorando il montante. Un vero brivido. La Regia riprende coraggio e continua a giocare e prima prova con Mogos e Angiulli, senza fortuna in un primo tempo comunque non esaltante.

 

LA RIPRESA

 

Dopo pochi istanti Nolè intercetta palla e verticalizza per Manconi che tergiversa, per poi calciare debolmente fra le braccia di Marcone sprecando una grande chance. Al 13’ corner da destra di Nolè e inzuccata di Rozzio che costringe il portiere ospite a togliere la sfera dal palo con la punta delle dita, poi Manconi manda alto. L’attaccante granata ci riprova poco dopo, al 27’ quando si accentra da sinistra e scarica un missile di destro che termina di poco a lato, leggermente deviato dalla punta dei piedi di un difensore altoatesino. Al 31’ Colucci cambia: fuori Angiulli e dentro Falcone, all’esordio, con conseguente cambio di modulo in un 4-2-4 che vede davanti Falcone a sinistra, Manconi e Guidone al centro e Nolè a destra, mentre Bovo e Maltese si fermano davanti alla difesa. Pochi istanti dopo Bovo subisce un fallo in area e l’arbitro assegna un calcio di rigore che ci stava tutto e deciderà la gara: dal dischetto Jacopo Manconi trasforma con un rasoterra a destra, malgrado Marcone riesca a toccare il pallone. Poco dopo la Regia tenta il raddoppio con una punizione alta di Nolè; al 40’ un nuovo cambio di modulo per difendere il risultato: fuori Guidone e dentro Calvano, si torna al 4-3-3 con Manconi centravanti, Nolè a destra e Falcone a sinistra, mentre in mezzo restano Maltese davanti alla difesa, Calvano sul centro sinistra e Bovo sul centro destra. Allo scadere Bassoli colpisce bene di testa e sfiora il palo ben difeso da Perilli, per una sofferenza finale che rende il successo granata ancor più prezioso.

 

REGGIANA-SUDTIROL 1-0

Marcatori: al 33’st Manconi (R) su rig. Reggiana: Perilli, Giron (dal 17’st Ghiringhelli), Sabotic, Rozzio, Mogos, Angiulli (dal 31’st Falcone), Maltese, Bovo, Nolè, Manconi, Guidone (dal 40’st Calvano). A disp.: Narduzzo, Sbaffo, Spanò, Marchi, Otin, Lombardo, Panizzi, Trevisan, Bonetto. All.: Colucci Sudtirol: Marcone, Puttini, Bassoli, Di Nunzio, Tait, Fink, Vasco (dal 36’st Spagnoli), Furlan, Packer (dal 17’st Tulli), Gliozzi (dall’11’st Sparacello), Ciurria. A disp.: Fortunato, Obodo, Baldan, Cia, Torregrossa, Brugger. All.: Viali Arbitro: Andrea Zingarelli di Siena Note: ammoniti Sabotic, Rozzio, Manconi (R), Puttini e Furlan (S)