notebook

Comprare un notebook nuovo: quali sono i criteri da seguire?

Scegliere un PC, spesso, è un’operazione che impiega svariate ore di tempo. D’altro canto, l’importanza di questo prezioso strumento informatico è assodata. E farne a meno, è, di fatto, praticamente impossibile. Nella scelta, però, spesso ci si fa abbagliare da dati tecnici, sottovalutando l’effettiva necessità che un individuo deve fare. Andando incontro ad un esborso economico talvolta eccessivo.

Se, ad esempio, viene utilizzato prevalentemente per lo streaming offerto dalle piattaforme OTT, leggere la mail e navigare – senza troppo pretese – su Internet, se ne può acquistare uno con una spesa massima di €.500,00. Una cifra certamente non indifferente, ma ben lontano dai costi esorbitanti, spesso superiori ad €.1200,00, che richiedono alcuni personal computer particolarmente sofisticati.

Un limite di spesa come quello poc’anzi citato, però, esclude l’accesso ai notebook, decisamente stilosi ed evoluti, ma particolarmente salati, visto che il costo base è di €.1000,00 per i modelli meno costosi. Per quanto riguarda le restanti marche, non esistono grandi differenze fra le stesse. Anche se è consigliabile optare per i marchi più noti e tradizionali a discapito di quelli meno conosciuti, che potrebbero non fornire la giusta assistenza in casi di guasti.

La maggior parte di questi computer vengono venduti con Windows 10. Un altro aspetto da tenere in grande considerazione, è la memoria RAM: un pc con la giusta RAM, infatti, garantirà prestazioni più fluide e soddisfacenti. 8 GB rappresentano la soluzione ideale. Ma se si vuol risparmiare circa €.50,00, anche quelli dotati di 4GB di memoria possono andare bene.

E’ molto importante scegliere un ottimo processore, anche se quelli attualmente in commercio sono più che sufficienti per qualsiasi compito normale. Nella fascia inferiore ai €.500,00, raramente si possono trovare gli Intel Core I5; tuttavia, se l’utilizzo che si fa del PC è basico, un CPU Intel Core I3 è in grado di fornire prestazioni più che soddisfacenti per l’internauta. Da evirare, in quanto troppo lenti, Pentium N, AMD serie E e AMD serie A8.

Un ultimo aspetto, certamente non per ordine di importanza anche se è maggiormente attinente all’estetica che alle prestazioni, riguarda lo schermo. Nei Notebook sottili e maneggevoli, si adottano, normalmente, schermi piccoli da 11-13”, anche se i più diffusi sono quelli a 15”. Di dimensioni maggiori, invece, vengono solo adottati dai portatili più grandi.

About the author