Carabinieri

Dà fuoco al pub, strage evitata

E’ evaso dai domiciliari e con due bottiglie piene di liquido infiammabile si è recato nel pub dove nel passato era stato impiegato quale socio lavoratore. Ha quindi gettato la benzina addosso al titolare e cosparso il bancone per poi dargli fuoco. L’esercente comprese le intenzioni è riuscito a fuggire invitando i clienti presenti ad uscire dal locale. Quando i componenti l’equipaggio del nucleo radiomobile, dopo averlo identificato, si sono presentati a casa, l’uomo armato di un raschiello da giardinaggio ha cercato di aggredirli. Solo il sangue freddo e la prontezza dei riflessi dei due militari ha evitato peggiori conseguenze. I carabinieri riuscivano a bloccarlo, ammanettarlo e condurlo in caserma. Con le accuse di resistenza a pubblico ufficiale evasione i carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Reggio Emilia hanno arrestato un 33enne reggiano, ristretto al termine dee formalità di rito a disposizione della Procura reggiana. L’uomo è anche accusato del grave reato di danneggiamento seguito da incendio. L’origine dei fatti poco dopo le 23,30 di giovedì  22 settembre 2016 quando uno dei soci del “Gattaglios Pub” di Reggio Emilia chiamava il 112 dei carabinieri reggiani segnalando che un uomo, entrato nel locale, lo aveva cosparso di liquido infiammabile con le intenzioni di dargli fuoco senza riuscirci per poi incendiare il pub. Sul posto convergeva immediatamente un equipaggio del nucleo radiomobile della compagnia di Reggio Emilia che individuavano la vittima. Quest’ultimo, terrorizzato, riferiva che poco prima un ex socio lavoratore del pub entrava nel locale con due bottiglie di plastica nelle mani. Gettava liquido infiammabile contro il richiedente per poi cospargere il bancone. La vittima intuite le intenzioni allontanava i clienti uscendo dalla birreria mentre l’autore del folle gesto dava fuoco al bancone per poi fuggire alla guida di una Lancia Y. I militari si ponevano alla ricerca dell’uomo individuando sotto la sua abitazione di Reggio Emilia l’auto parcheggiata con il cofano del motore ancora caldo. L’esagitato armato di un attrezzo da giardinaggio ha cercato di aggredire i militari, ma questi lo disarmavano e traevano in arresto.  Sul posto anche i vigili del fuoco che domavano l’incendio all’interno del pub che ha causato danni per oltre 20.000 euro.